Luciano De Crescenzo: ad un anno dalla morte esce “Accadde Domani”

15.07.20

Come ogni mercoledì, alle 11:00, RunRadio vi regala le ultime curiosità dal mondo dei libri con #Booklovers!

A un anno dalla morte di Luciano De Crescenzo, avvenuta il 18 luglio 2019, esce il libro postumo “Accadde domani “, una raccolta di articoli selezionati dalla figlia Paola e pubblicato da Mondadori, in libreria dal 14 luglio 2020. Durante la sua carriera di scrittore, regista, attore, conduttore televisivo e filosofo, De Crescenzo pubblicò questi articoli fra la fine degli anni Settanta e i primi anni del Duemila: parole che riflettono su temi ancora oggi di grande rilievo e soprattutto sul valore del Tempo, uno degli argomenti principali della sua filosofia.

“Nel 1944 uscì nelle sale cinematografiche “Avvenne domani”, un film francese, uno dei preferiti di mio padre Luciano, e da ragazzina mi è capitato di vederlo più volte insieme a lui. Puntualmente, ai titoli di coda, si voltava verso di me e mi faceva una domanda ‘facile facile’: ‘Cos’è il Tempo?’ Perché il concetto di tempo, filosoficamente parlando, è uno dei temi sui quali ha ragionato di più nel corso della sua lunga carriera. Lo ha fatto in “Sembra ieri” e ne “Il tempo e la felicità”, per citare  due dei molti libri in cui ha affrontato l’argomento, ma anche in uno dei suoi film, 32 dicembre, dove si è interrogato su questo concetto dando voce al pensiero del suo amato Socrate, per il quale il tempo non esiste” racconta la figlia Paola De Crescenzo spiegando il perché di questo libro e l’importanza che nutrono ancora oggi gli articoli raccolti.

“Ho trascorso buona parte della mia vita ad ascoltare mio padre parlare di filosofia, e se c’è una cosa che mi ha insegnato è che dovremmo essere padroni del presente e non schiavi del futuro. Oggi, rileggendo gli articoli che ha scritto tra la fine degli anni Settanta e i primi anni del Duemila, mi sono accorta che alcuni temi da lui approfonditi, come per esempio l’omosessualità, il nucleare, l’inquinamento, la corruzione, o ancora l’influenza della tecnologia nei rapporti sociali, il problema delle carceri e la cosiddetta ‘questione meridionale’, sono ancora al centro di accesi dibattiti. Perciò ho deciso di selezionarli e raccoglierli in un unico libro, per ripercorrere le riflessioni di un uomo che ha osservato il mondo con curiosità, ma soprattutto ha provato a spiegarlo ai suoi lettori, invitandoli a ragionare su ciò che sarebbe accaduto nel prossimo futuro” dice infine Paola De Crescenzo.

Per saperne di più, seguiteci su www.runradio.it e sulle nostre pagine social FacebookInstagram

COMMENTI

Vuoi dire la tua?