RUN Radio Blog

// Serie A, si riparte il 20 giugno

29.05.20 | in blog, news

Dopo mesi di stop e dubbi sull’eventuale ripresa, è arrivata ieri l’ufficialità della ripartenza del campionato di Serie A, prevista per il 20 giugno. Il meeting svoltosi in videoconferenza tra il ministro dello sport Vincenzo Spadafora, i calciatori, gli allenatori, gli arbitri e la Figc ha riscontrato un esito positivo. Lo stesso ministro ha poi affermato che il protocollo della Figc, il quale conferma l’obbligo di quarantena in caso di positività degli atleti , è stato finalmente approvato. Nel caso in cui la curva dei contagi subisse un aumento dopo la ripresa del campionato, è stato pianificato, qualora possibile, un piano alternativo che prevede lo svolgimento di Playoff per decretare l’assegnazione del titolo. Se questa opzione dovesse risultare impraticabile, allora si procederà per la cristallizzazione della classifica così come si è provveduto per la maggior parte degli altri campionati in Europa. La positività di qualsiasi giocatore comporterà l’ isolamento della durata di 14 giorni dell’intera squadra ove si sono verificati i casi e dunque un nuovo stop della competizione. Con tutti gli scongiuri del caso, il calcio in Italia è pronto a ripartire.

// Musei e teatri riaprono i battenti!

28.05.20 | in blog, news

Anche oggi alle ore 18 ritorna l’appuntamento digitale con Buona la Prima! Scopriamo le novità dal mondo del teatro, dell’arte e alcuni consigli televisivi.

IL MANN RICOMINCIA DA TE!

Il Museo Archeologico Nazionale di Napoli riapre al pubblico il 2 giugno con il riallestimento delle Sale degli Affreschi e da venerdì 12 giugno sarà aperta la mostra “Gli Etruschi e il MANN”, con agevolazioni sul prezzo del biglietto fino al 31 dicembre. Il direttore Giulierini darà il benvenuto ai visitatori con la messa in mostra inedita di opere conservate nei depositi: sono stati selezionati tre affreschi da Ercolano,

da esporre nella sala 68, e, nello specifico, due con prospetti architettonici e un altro con il mito Fedra e Ippolito. Per la sala 78, sono stati scelti sei “ritratti”, con volti di giovani e donne, nonché i busti di Ercole e di Eracle e Onfale. “Il MANN ricomincia da te”: questo il primo claim della campagna di comunicazione digitale.

Sicurezza è la parola chiave per la ripartenza: per visitare il MANN sarà obbligatoria la prenotazione, da effettuare tramite i siti web www.museoarcheologiconapoli.itwww.coopculture.it. Il visitatore potrà scegliere, in una specifica fascia oraria di riferimento, tre itinerari di scoperta del Museo: il Percorso Classico, le Nuove Collezioni e le Mostre Temporanee (“Gli Etruschi e il MANN”, in programma dal prossimo 12 giugno; “Thalassa, meraviglie sommerse dal Mediterraneo”, in proroga sino al 21 giugno; “Lascaux 3.0”, visitabile fino al 2 luglio; “Capire il cambiamento climatico”, in calendario sino al 31 agosto).  All’ingresso del Museo, una telecamera termica consentirà la rilevazione della temperatura corporea, con soglia limite per l’ingresso fissata sui 37.5°C; all’interno dell’edificio, sarà indispensabile indossare dispositivi di protezione individuale; nell’itinerario di visita, saranno allestiti pannelli informativi e indicatori per il distanziamento; in alcuni punti degli ambienti, presenti dispenser con gel disinfettante.

PINOCCHIO IL GRANDE MUSICAL! 

Lo  spettacolo di Saverio Marconi ispirato al romanzo di Collodi, con le musiche dei Pooh, prodotto da Compagnia della Rancia, è ora disponibile su Amazon Prime Video, ed è la prima volta per un musical in Italia! Il “burattino più famoso al mondo”, interpretato dal poliedrico Manuel Frattini – indimenticabile punto di riferimento del musical italiano – dal debutto nel 2003 ne ha fatta di strada, incantando oltre 500.000 spettatori e conquistando anche le platee mondiali con tournée in America e in Corea.
Pinocchio Il Grande Musical, con la sapiente regia di Saverio Marconi, coinvolge ed emoziona bambini e adulti, incantati dalla poesia del teatrino di Mangiafuoco, dalle gag di Gatto e Volpe, dalla magia di Turchina che moltiplica Pinocchio nella scena degli specchi e dal ritmo esplosivo del paese dei Balocchi, e poi, ancora, il grillo parlante “coscienza” di Pinocchio, il circo e una memorabile scena in fondo al mare, fino al toccante finale. Spettacolari cambi scena, coloratissimi costumi e un grande cast danno vita a oltre due ore di spettacolo dal ritmo travolgente, affrontando problematiche sempre attuali, come la diversità, l’amicizia, la famiglia, il rapporto genitori-figli. La ripresa dello spettacolo è stata realizzata nell’autunno 2005 al Teatro Repower di Milano ed è oggi disponibile su Amazon Prime Video grazie alla collaborazione con DNC Entertainment Factory.

COSA GUARDARE IN TV: I NOSTRI CONSIGLI! 

Per le vostre serate in casa di quest’ultima settimana di maggio, vi proponiamo:

FEMMINE CONTRO MASCHI, in onda stasera alle 21.20 su Canale 5. Sequel di “Maschi contro Femmine”, il film tratta di scontri e incontri tragicomici tra la realtà maschile e quella femminile. In questo capitolo vengono approfondite le storie dei personaggi che erano in secondo piano nel film precedente.

- FAST AND FURIOUS, in onda venerdì 29 maggio alle 21.30 su Italia 1. Tornerà sui nostri schermi il poliziotto infiltrato nel mondo delle corse automobilistiche clandestine che indaga su una banda di un certo Toretto coinvolta in loschi traffici e attività illegali.

- JURASSIC PARK, in onda domenica 31 maggio alle 21.00 su Canale 20. La storia è nota ai cinefili amanti di Spielberg: un multimiliardario si appresta a inaugurare il più eccitante zoo del mondo. Per costruirlo, ha ricreato per clonazione i dinosauri in un’isola dei Caraibi. Ma mentre alcuni invitati, compresi due bambini, sono in visita, un tecnico sabota i sistemi di sicurezza e i lucertoloni ne combinano di cotte e di crude.

Per ulteriori informazioni seguiteci su Instagram con @run_radio e alla pagina Facebook “Run Radio”.

// Deep in The Music: Lady Gaga, Ariana Grande e i loro segreti…

27.05.20 | in blog, news

Si rinnova l’appuntamento di Deep In The Music, il programma di Run Radio dedicato alla musica internazionale che vi farà compagnia ogni mercoledì alle 18:00.

Adesso le notizie del giorno!

ECCO IL NUOVO DOCUMENTARIO SULLE ORIGINI DEGLI AC/DC! – Un nuovo documentario, “The Forgotten Sydney Of AC/DC”, racconta i primi giorni degli AC/DC a Sydney: è online e si può vedere gratuitamente. Il progetto, della durata di quasi venti minuti, è stato diretto da Tom Compagnoni e presenta filmati d’archivio insieme a interviste con Dave Evans, Mark Evans, Noel Taylor, Rob Bailey e Tony Currenti che condividono i loro ricordi fra cui le prove e le riprese del loro primo video al The Last Picture Show nel sobborgo di Cronulla e il momento in cui Angus Young apparve per la prima volta con la sua famosa uniforme da scolaretto al Victoria Park Pool. “Gli AC/DC sono nati e cresciuti indiscutibilmente a Sydney, ma in città non ci sono statue, targhe e vicoli dedicati ad una delle più grandi rock band di tutti i tempi”, si legge in una nota stampa. Nel film ci sono anche delle riprese girate dopo il funerale di Malcolm Young, mentre i giovani si lamentano del declino della scena musicale dal vivo di Sydney.

NEGRAMARO: LA COLLABORAZIONE CON I ONE REPUBLIC - I One Republic amano l’Italia. Ora la band di Ryan Tedder aggiunge un nuovo tassello che la lega al nostro Paese. Arriva infatti una loro collaborazione con i Negramaro. Ma come è successo? Ryan Tedder, frontman dei One Republic, autore e produttore famosissimo in tutto il mondo, ha visto sul web un servizio TV della CNN dedicato al lockdown in Italia. E ha così scoperto la voce di Sangiorgi. Così, è nato un contatto tra loro. E il prossimo 29 maggio arriva Better Days – Giorni Miglioridei One Republic con i Negramaro. Human, il nuovo album della band americana, è stato scritto in buona parte nel nostro Paese e non ha ancora una data di uscita (la pandemia ha fatto slittare anche questo atteso rilascio).

Ecco il post dei Negramaro: @onerepublic with @negramaroofficial. Anche in tempo di lockdown, la musica è senza confini e così è nata l’idea di @ryantedder@giulianosangiorgi_official di unire le forze per “Better Days – Giorni Migliori” in radio e in tutti gli store digitali dal 29 maggio
#BetterDaysGiorniMigliori.

LADY GAGA E ARIANA GRANDE: I SIGNFIICATI NASCOSTI DEL VIDEO DI RAIN ON ME Lady GagaAriana Grande hanno fatto parlare di sé con il loro incredibile duetto ”Rain On Me”, accompagnato dal video ufficiale diretto da Robert Rodriguez. La clip stata molto apprezzata dai fan delle due cantanti, oltre che per i visual e le coreografie, anche per il senso di accettazione e superamento del dolore che porta con sé. I fan hanno analizzato attentamente il video, scovando dei possibili significati nascosti:

L’uso del viola
Questo colore è da sempre associato alla spiritualità, alla purificazione, alla gentilezza, alla creatività, all’immaginazione e alla lealtà. Solitamente le persone che prediligono il viola tendono a essere molto introspettive.

Il mondo capovolto
C’è chi ha associato questa scena al tre di spade, che ha un duplice significato. Se dritto simboleggia il cuore spezzato, la solitudine, la tristezza, il trauma e le lacrime; mentre se capovolto significa ottimismo, guarigione e riconciliazione.

Il coltello conficcato nella gamba di Lady Gaga
In molti ci hanno letto la rappresentazione del dolore cronico che affligge la cantate a causa della fibromialgia.

La pioggia di coltelli
I coltelli che piovono coltelli dal cielo potrebbero rappresentare le insidie e le difficoltà della vita, che con un po’ di forza si può riuscire a schivare e andare avanti. Sia Lady Gaga che Ariana Grande sono passate attraverso immensi dolori, che sono riuscite a superare e a trasformare in arte.

Ora diamo un’occhiata alle classifiche!

TOP 3 INDIE:

1) GIO EVAN – REGALI FATTI A MANO

È il nuovo singolo, che segue l’uscita del suo nuovo libro di poesie “Se c’è un posto bello sei te”, è un mantra più che una canzone – come spiega l’autore – una formula da ripetere come pratica meditativa. È un ricordo e i ricordi sono interminabili, vibrano di spirito proprio, aleggiano nei venti della perennità, nessun orologio potrà mai fermare il tempo di chi ha sublimato il secondo per dedicarsi al ritmo dell’essere ora.

 

2) GAZZELLE – ORA CHE TI GUARDO BENE

Il cantautore romano Gazzelle ritorna con un pezzo che parla di cose minime, semplici ma importanti, che si riscoprono e a cui si dà valore solo guardandole bene. Il brano è stato realizzato per supportare i fan durante questo delicato periodo.

 

3) CANOVA – NEVER

È una storia con tre soggetti, ma senza la tragica ironia di Threesome. Tutto si concentra attorno alla domanda ‘Come fai a dormire con me e stare ancora con lui?’. Nella canzone è l’amante che parla, che sfoga tutta la sua rabbia e incredulità verso di sé e lancia un addio alla donna che non può amare.

 

TOP 3 UK:

1) DABABY FT. RODDY RICCH – ROCKSTAR

Il brano è estratto dell’album intitolato “BLAME IT ON BABY”, il terzo in studio, a cui hanno partecipato artisti del calibro di Future, Quavo, Megan Thee Stallion, YoungBoy Never Broke Again, A Boogie wit da Hoodie e Ashanti. Ad anticipare il disco il singolo “FIND MY WAY”, accompagnato da un mini film di 10 minuti diretto da Reel Goats che ha già superato 11 milioni di visualizzazioni su YouTube.

 

2) DRAKE – TOOSIE SLIDE

Il nuovo brano del rapper canadese che ha raggiunto in pochi giorni dall’uscita quasi 50 milioni di stream e più di 16 milioni di visualizzazioni del video. Il singolo aveva fatto comparsa sul social del momento, TikTok. Gli utenti si sono divertiti a provare a riprodurre la coreografia sulla piattaforma cinese, seguendo le indicazioni dei passi che vengono dati nel ritornello.

 

3) DOJA CAT FT. NICKI MINAJ – SAY SO

La versione remix della hit mondiale Say So di Doja Cat insieme a Nicki Minaj, ha raggiunto, subito dopo la pubblicazione, la prima posizione della classifica Hot 100 di Billboard. È la prima volta che entrambe le artiste conquistano questo traguardo importantissimo. Sono solo 6 i singoli che, nella storia, hanno raggiunto il #1 della Hot 100 quando si parla di artiste soliste che si sono unite per collaborare insieme.

 

// Arriva il libro sospeso!

27.05.20 | in blog, news

Il mercoledì di RunRadio inizia con #Booklovers, il nostro programma dedicato interamente ai lettori e al mondo dei libri.

Questa settimana arriva un notizia che scalda il cuore: dopo la spesa sospesa, nata durante il lockdown dall’antica tradizione napoletana del caffè sospeso, appare anche il libro sospeso! L’iniziativa è stata lanciata da una libreria di Torino in collaborazione con alcuni cittadini volontari, che hanno creato una rete solidale per aiutare i bisognosi durante la crisi sanitaria. L’iniziativa ha riscosso immediatamente grande successo tra i clienti della libreria Therese. Partecipare è molto semplice e vale lo stesso meccanismo del caffè e della spesa: una volta in libreria, basterà comprare un libro in più da lasciare in sospeso per coloro che in questa fase non possono permettersi di acquistarli. C’è anche la possibilità di scrivere una dedica in modo da creare un legame tra chi dona e chi riceve. Un’idea che potrebbe presto avere seguito anche in altre regioni e città, per ampliare e facilitare la diffusione della cultura, riducendo i costi per chi è in difficoltà.

Questo potrebbe risultare di grande importanza, soprattutto in questo periodo che si è rivelato particolarmente duro per il modo dei libri. Negli ultimi 4 mesi, infatti, sono state vendute 8 milioni di copie in meno nel solo settore della saggistica e fiction, con circa 134 milioni di euro di fatturato persi tutti tra marzo e aprile. E le più penalizzate sono proprio le librerie fisiche, contro il maggiore successo degli store online.

Per saperne di più, seguiteci su www.runradio.it e sulle nostre pagine FacebookInstagram.

// Press Start: si avvicina giugno insieme a The Last of Us 2

25.05.20 | in blog, news

L’attesa ormai è quasi finita: maggio sta per finire, giugno sta per arrivare. Con il nuovo mese arriva anche un’altra importante novità per gli appassionati di videogiochi: The Last of Us 2! Approfondiamo quanto c’è da sapere nel nostro consueto appuntamento con Press Start.

Sviluppato da Naughty Dog, The Last of Us 2 è il sequel del capolavoro del 2013. Uscirà, in esclusiva PlayStation 4, il prossimo 19 giugno. Inizialmente il lancio era previsto per il mese di febbraio 2020. Il team di sviluppo ha poi rimandato l’uscita al 29 maggio, ma l’emergenza Coronavirus ha costretto l’azienda ad un ulteriore rinvio, che stavolta è definitivo: il gioco è, infatti, ormai in “Fase Gold“, ovvero è pronto per essere spedito ai commercianti e ai giornalisti per le recensioni.

In quest’avventura, ambientata circa 5 anni dopo il primo capitolo, vestiremo integralmente i panni di Ellie, co-protagonista del primo episodio insieme ad un ormai anziano Joel. La ragazza decide di partire alla ricerca di alcuni banditi per vendicarsi di un grande torto subito: questa volta il sentimento alla base della storia sarà l’odio, mentre nel suo predecessore era l’amore.

Cosa vi aspettate da The Last of Us 2?

// La musica italiana come “Centro di Gravità Permanente”

25.05.20 | in blog, news

La settimana di Run Radio ricomincia, come ogni lunedì alle 11:00, con #Italia, format di Run Radio interamente dedicato alla musica italiana.

Ecco tutte le novità!

E’ tempo di riaprire le porte del Volvo Studio a Milano, dopo la pausa forzata per il lockdown. La base milanese della casa svedese ha ospitato tre concerti speciali trasmessi in streaming nell’ambito di Piano City Milano Preludio 2020, iniziativa che si è tenuta venerdì 22, sabato 23 e domenica 24 maggio,innovativa anteprima della nona edizione di uno dei più grandi festival musicali del mondo per numero di concerti e affluenza di pubblico. Il festival avrebbe dovuto tenersi in questi giorni ma è stato riprogrammato entro l’autunno a causa della crisi sanitaria in atto.

Gli artisti la cui performance è stata trasmessa dal Volvo Studio Milano sono Angelo Trabace (venerdì 22 maggio) pianista e personaggio istrionico che farà un omaggio a Fellini, Remo Anzovino (sabato 23 maggio), pianista e autore di numerose colonne sonore per documentari, spot televisivi e capolavori del cinema muto, oltre ad Eliana Grasso (sabato 23 maggio), pianista torinese molto attiva e già vincitrice di importanti rassegne pianistiche italiane. Dopo essere diventato uno dei luoghi consolidati di Piano City Milano grazie al successo degli appuntamenti delle scorse edizioni, il Volvo Studio Milano è tornato dunque a coinvolgere gli amanti della musica e il pubblico del capoluogo lombardo e si pone come avamposto dal quale Volvo intende accompagnare la città nel suo rilancio.Tre giorni di concerti in streaming di Piano City Milano Preludio 2020 ha visto impegnati artisti da tutto il mondo che hanno eseguito in diretta musiche di ogni genere, dalla classica al jazz, dal pop al rock, ciascuno in collegamento dalla propria casa.

Spotify: la musica italiana fa il giro del mondo con “La Casa di Carta”.

Nelle serie TV o in streaming, come nei film, la giusta colonna sonora può rendere memorabile una scena. Ci sono ugualmente canzoni che, ascoltate in show o pellicole cinematografiche, possono diventare iconiche ed entrare nelle orecchie di un pubblico internazionale. È il caso di Bella Ciao, canzone simbolo della resistenza Italiana e inno alla libertà. Ma non solo. Spotify ha analizzato i trend di ascolto di Bella Ciao, Ti Amo e Centro di Gravità Permanente, la colonna sonora italiana del celebre show spagnolo “La Casa di Carta”.


Il canto popolare italiano, diventato la colonna sonora dei partigiani, è tuttora cantato in molte parti d’Europa come inno alla ribellione nei confronti delle ingiustizie. E all’interno della serie in streaming La casa di Carta, Bella Ciao è diventata simbolo della rivoluzione dei protagonisti, capitanati da il Professore e Berlino. Dal debutto della serie TV nel 2017, gli ascolti del brano nelle sue molteplici versioni hanno superato su Spotify i 280 milioni di stream. Inoltre, il brano è stato inserito in oltre 583,000 playlist.

La Casa di Carta, nell’ultima stagione, ospita alcune scene in Italia: una delle più importanti è quella del matrimonio di Berlino, che dedica a sua moglie “Ti amo” di Umberto Tozzi.

Anche Franco Battiato è stato omaggiato nella serie con la sua “Centro di Gravità permanente”.

Per concludere diamo un’occhiata alla Top 3 delle hit di questa settimana:

1) GOOD TIMES- GHALI

È probabilmente una delle canzoni di DNA che più saltano all’orecchio, grazie proprio a quel sapore “happy” che emerge già dal titolo. Un brano che non è altro che la voglia di un ragazzo di godersi momenti di felicità, senza essere turbato “dai tuoi ‘ma’, dai tuoi ‘se’, dai tuoi ‘bla-bla’”. Dentro ci sono alcuni topos del cantante che ancora una volta appare scocciato dalle solite domande che gli fanno i giornalisti (“Giornalisti si moltiplicano, Gremlins. Ho già risposto a ‘sta domanda se rileggi”), come fa anche in “Flashback, per esempio, quando canta “Intervistatori mi chiedon: ‘Ius soli?’, credo soltanto che siamo più soli”. Insomma il messaggio del brano è quello di vivere godendosi i momenti di felicità, ribadendo che: “Sono solo un cantastorie, ogni tanto faccio un party”.

2) 16 MARZO ACHILLE LAURO

Nel testo, Achille Lauro,canta di una donna che se ne va sbattendo la porta di casa, esausta dalla sua relazione e in cerca di qualcosa di nuovo da vivere. Una donna che fa soffrire, che non ha mai pianto, che ha dato tutto e ha tolto tutto ma, che infine ritorna sui suoi passi, proprio il 16 marzo.

3) MA LO VUOI CAPIRE ?  – TOMMASO PARADISO

Il tema della canzone è l’assenza della persona amata che rende la vita senza senso. Si tratta del terzo singolo ufficiale della carriera da solista di Tommaso Paradiso e arriva dopo “I nostri anni” e “Non avere paura”.

// THE LAST DANCE: Michael Jordan e i suoi Bulls raccontati su Netflix

22.05.20 | in blog, news

Per gran parte degli appassionati della pallacanestro, in particolare di quella americana, al concetto di “miglior cestista di tutti i tempi” è associato un nome inconfondibile: Michael Jeffrey Jordan, meglio noto come Michael Jordan. Atleta dalla fama smisurata, che tra la metà degli anni ’80 e l’inizio degli anni 2000, con qualche pausa nel mezzo, ha contribuito a diffondere nel mondo il fenomeno della NBA. Nell’ultimo mese, grazie alla docu-serie sportiva intitolata The Last Dance, prodotta da Michael Tollin per ESPN e Netflix, abbiamo avuto modo di rivivere una buona parte delle pagine di storia cestistica scritte da Jordan ed i suoi Chicago Bulls.

 

Phil Jackson, allenatore di quei Bulls, era solito dare un “nome” alle stagioni che avrebbero dovuto affrontare la franchigia di Chicago. Il titolo del prodotto audiovisivo statunitense, infatti, è quello che il coach aveva deciso di affidare ad una stagione in particolare, ovvero quella targata 1997/98, passata alla storia per aver regalato il sesto ed ultimo trofeo a quella squadra fenomenale, prima di essere poi ricostruita. Ma The Last Dance è stato molto di più: un viaggio all’interno delle vite e delle carriere dei protagonisti, in particolare di Michael Jordan, con aneddoti e vicende mai raccontati prima. Testimonianze inedite, concesse anche da giocatori che di Jordan sono stati agguerriti rivali su quei parquet. E i risultati, tenendo fede alle previsioni, sono stati sorprendenti: The Last Dance, ad un giorno della pubblicazione degli ultimi due episodi, si è presa il trono di Netflix superando le “dirette concorrenti” in quanto a visualizzazioni (in Italia).

 

Gli spunti detraibili dalla visione di questo prodotto audiovisivo sono difficilmente quantificabili: dalla definitiva conferma della grandezza sportiva di Michael Jordan, fino ad arrivare ai “dubbi” riguardanti la reale reputazione dello stesso MJ. Era davvero dipendente dal gioco, come molti giornalisti dell’epoca hanno sospettato? Il suo modo di approcciarsi con i compagni di squadra, quanto è stato realmente difficile da tollerare da questi ultimi? E poi, inevitabilmente, i paragoni: è stato davvero il migliore di ogni epoca? Quanto sono distanti da lui i vari LeBron James e Kobe Bryant?

The Last Dance è senza dubbio un prodotto d’intrattenimento di pregiata fattura, capace di far incollare allo schermo anche chi di basket, di quella suadra e di quel fenomeno, non se n’era mai curato. Ma una cosa è certa: dopo tutti i retroscena svelati, le domande non possono che aumentare.

// LE REGOLE DEL GIOVEDI’ PERFETTO!

21.05.20 | in blog, news

Anche oggi alle ore 18 ritorna l’appuntamento digitale con Buona la Prima. Scopriamo le novità dal mondo del piccolo e del grande schermo.

#BACKTOTHECINEMA

Dopo mesi di lockdown finalmente il 15 giugno sarà possibile sedersi nuovamente sulle comode poltrone delle sale cinematografiche! Le regole fissate per consentire questo importante passo verso il progressivo ritorno alla normalità ruotano attorno a due temi fondamentali: il distanziamento sociale e la sanificazione degli ambienti. Il contributo che possiamo dare noi spettatori sarà stare ad un metro gli uni dagli altri; quello che invece viene raccomando ai gestori di sale per film, concerti e spettacoli, oltre ad un’adeguata periodica pulizia e igienizzazione degli ambienti, è la garanzia di non avere più di 1000 posti occupati per eventi all’aperto e 200 per luoghi chiusi. I posti saranno necessariamente pre-assegnati, cercando di favorire la prenotazione e il pagamento online dei biglietti. Sarà obbligatoria all’ingresso la misurazione della temperatura che non dovrà superare i 37.5° C e tassativo l’uso della mascherina. Regole, norme e attenzioni importantissime da rispettare che però, speriamo, a luci spente non intaccheranno l’esperienza e la qualità della visione. E chissà se parallelamente qualcuno vorrà re-immaginare la romantica versione drive-in…

SCARFACE: GUADAGNINO È IL REGISTA GIUSTO PER IL REMAKE? 

Nel marasma del cinema sospeso, si parla solo di lui. È un regista, è palermitano e ha diretto il reebot di Suspiria. Stiamo parlando di Luca Guadagnino che si approccia ad una nuova avventura come regista del remake di “Scarface”, su uno script dei fratelli Coen. Cosa potremmo aspettarci da un progetto del genere? L’operazione Coen-Guadagnino sarà una rilettura del romanzo scritto da Armitage Trail del 1929, testo che originò già il film di Howard Hawks del 1932, quindi non proprio la riscrittura dello script che Oliver Stone donò a malincuore a De Palma nell’83. Scarface, dal soprannome del grande gangster Al Capone, racconta la scalata al successo nel mondo criminale di Tony Camonte, passato dall’essere un semplice sicario a gestire il traffico illegale di alcool nella Chicago d’epoca proibizionista. Questo non sarà, però, l’unico impegno futuro di Guadagnino, ormai lanciato fra i registi più richiesti a Hollywood: in arrivo ci sono la serie creata per Hbo “We Are Who We Are e il film “Swan Lake” con Felicity Jones. In questi mesi, ha anche ribadito la volontà di realizzare un sequel di “Chiamami col tuo nome”. Insomma, per Guadagnino questo 2020, nonostante le tante difficoltà, sarà un anno di svolta!

UNA NUOVA USCITA PER GLI AMANTI DEL CRIME!

Come ogni giovedì, non possono mancare i nostri consigli in materia di film e serie tv. Questa settimana, in occasione della sua uscita, prevista su Fox il 28 maggio, vi proponiamo “Le regole del delitto perfetto”, serie tv ormai giunta alla sesta stagione. Si tratta di una fiction thriller giudiziaria che segue la vita di Annalise Keating, sfavillante avvocato penalista di Filadelfia, nonché stimata professoressa della cattedra di diritto penale alla Middleton University. La donna è per obbligo professionale sempre schierata dalla parte dei peggiori criminali ed il suo successo è dovuto al fatto che non si è mai fermata davanti a nulla per difendere i suoi assistiti, nel bene e nel male. Per offrire un’esperienza sul campo, e contemporaneamente sfruttare le abilità dei migliori aspiranti avvocati del paese, la professoressa Keating sceglie ogni anno cinque fra i suoi più promettenti studenti per assisterla nei suoi casi, i “KeatingFive”: Wes Gibbins, Michaela Pratt, Connor Walsh, Asher Millstone ed infine Laurel Castillo. Grazie al coinvolgimento personale del loro capo nei vari casi, i Keating Five si rendono conto di quanto possa essere imprevedibile la vita di un avvocato penalista e di quanto la donna sia la loro unica via d’uscita.

 

 

// Deep In The Music: tra cancellazioni, polemiche e reunion

20.05.20 | in blog, news

Si rinnova l’appuntamento di Deep In The Music, il programma di Run Radio dedicato alla musica internazionale che vi farà compagnia ogni mercoledì alle 18:00.

Adesso subito le notizie del giorno!

I GREEN DAY ANNULLANO IL CONCERTO A MILANO.

Giornata particolarmente triste per gli amanti del rock e della band statunitense, poiché nello stesso giorno sono stati annullati due grandi eventi: il Firenze Rocks dove i Green Day avrebbero dovuto suonare, e poche ore dopo l’iconico gruppo di “American idiot” ha annullato l’altra tappa italiana del proprio tour, che si sarebbe dovuta tenere il 10 giugno all’Ippodromo San Siro di Milano. Il promoter Live Nation comunica che la decisione è stata presa in seguito alla pubblicazione sulla GU del DL n.33 del 16/5/2020 che, vieta gli assembramenti di persone fino al 31 luglio 2020. Live Nation sta quindi lavorando per poter annunciare quanto prima il ritorno della band americana in Italia nel 2021. I biglietti rimarranno validi anche per il 2021; chi desiderasse, in ogni caso, avere il rimborso, avrà la facoltà di richiedere un “voucher” di pari valore a quello indicato sul biglietto precedentemente acquistato e comprensivo, dunque, del diritto di prevendita entro il 18 giugno 2020; stesso discorso per il Firenze Rocks.

ROBIN WILLIAMS, REUNION CON I TAKE THAT?

I Take That stanno per riunirsi. Robbie Williams infatti tornerà ad esibirsi con Gary Barlow, Mark Owen e Howard Donald per un evento di beneficenza. Il live, una diretta organizzata da Meerkat Music, andrà in onda il 29 maggio alle 21:00 sul canale YouTube e Facebook. Sarà inoltre attivata una raccolta fondi a favore dell’ente di musicoterapia Nordoff Robbins e al fondo Crew Nation. Rivederli in cinque al momento sembra impossibile, dato che Jason Orange è uscito definitivamente dal gruppo nel 2014, ma meglio di niente. Sarà una nuova reunion definitiva? Staremo a vedere nei prossimi mesi.


TEKASHI 6IX9INE ACCUSA BILLBOARD.

Tekashi 6ix9ine, il rapper newyorchese da poco uscito dal carcere – ma ancora per quattro mesi in regime di detenzione domiciliare – dopo una lunga e complessa vicenda giudiziaria, ha accusato la collega Ariana Grande di essersi sostanzialmente comprata il numero uno di “Stuck With U”, il suo singolo più recente  – realizzato con la collaborazione di Justin Bieber – salito in vetta alle classifiche di vendita compilate da Billboard.
Molto sospette infatti le ultime 30.000 copie vendute, che hanno permesso di sorpassare il nuovo singolo di 6ix9ine “GOOBA” che su Youtube in 24 ore di pubblicazione aveva raggiunto oltre i 40 milioni di visualizzazioni. Il rapper ha pubblicato l’accusa su Instagram dichiarando che Billboard sia “una piattaforma di venduti”. Benché né Billboard né lo staff che cura la promozione della Grande abbiano ancora commentato ufficialmente la vicenda, gli osservatori statunitensi hanno osservato come il sorpasso sulla linea del traguardo di “Stuck With U” ai danni di “Gooba” sia – anche – imputabile a un tecnicismo relativo alla conversione dei conteggi deglistreaming.
Staremo a vedere nei prossimi giorni come si evolverà la vicenda.

Ora diamo un’occhiata alle classifiche!

TOP 3 INDIE:

1)  PINGUINI TATTICI NUCLEARI – RIDERE

Dopo lo straordinario successo di RINGO STARR, certificato disco di platino, con cui la band ha raggiunto il podio alla 70esima edizione del Festival di Sanremo, i Pinguini Tattici Nucleari tornano a sorprendere con una nuova perla. RIDERE è un pop nostalgico, che omaggia tutte le piccole e grandi cose che continuano ad esistere anche dopo la fine di una relazione.

2)  GIO EVAN – KLIMT

Singolo estratto dall’album “Natura Molta”, celebra la forza rivoluzionaria della semplicità, percorrendo le sfaccettature della natura umana fatta di fragilità e coraggio, cantando l’urgenza della felicità, la difesa delle emozioni, l’intensità dell’io e del noi.

3)  GAZZELLE – ORA CHE TI GUARDO BENE

Il cantautore romano Gazzelle ritorna con un pezzo che parla di cose minime, semplici ma importanti, che si riscoprono e a cui si dà valore solo guardandole bene. Il brano è stato realizzato per supportare i fan durante questo delicato periodo.

TOP 3 USA:

1)  ARIANA GRANDE FT. JUSTIN BIEBER – STUCK WITH U

Collaborazione tra due grandi artisti statunitensi, la traccia, il cui ricavato andrà alla 1st Responders Children’s Foundation, volta a sostenere le famiglie di medici, paramedici, polizia e pompieri che per primi hanno fronteggiato l’emergenza Covid-19, nel primo weekend dalla pubblicazione, ha collezionato 19 milioni di stream su Spotify

2)  DOJA CAT FT. NICKI MINAJ – SAY SO

La versione remix della hit mondiale Say So di Doja Cat insieme a Nicki Minaj, ha raggiunto, subito dopo la pubblicazione, la prima posizione della classifica Hot 100 di Billboard. È la prima volta che entrambe le artiste conquistano questo traguardo importantissimo. Sono solo 6 i singoli che, nella storia, hanno raggiunto il #1 della Hot 100 quando si parla di artiste soliste che si sono unite per collaborare insieme.

3)  6IX9INE – GOOBA

Pubblicato l’8 maggio 2020 come primo estratto dal secondo album in studio, il rapper statunitense ritorna sulla scena musicale dopo essere stato in carcere. l videoclip, girato durante il period di detenzione domiciliare, ha superato le 41 milioni di visualizzazioni in 24 ore, stabilendo il record per miglior debutto come canzone hip-hop.

 

// #Booklovers: libri silenziosi e nuove uscite imperdibili

20.05.20 | in blog, news

Anche questo mercoledì, RunRadio vi dà il buongiorno con #Booklovers, il nostro format dedicato ai libri.

Sappiamo bene che i libri, per definizione, sono costituiti da frasi e numerose parole, che rendono possibile costruire la storia che raccontano. Ma avete mai pensato che potessero esistere, invece, anche libri senza parole? Si chiamano “Silent Book” e sono dei volumi occupati esclusivamente da immagini e disegni collegati tra di loro. Si leggono quindi con molta fantasia e un pizzico di logica, che permette di tenere il filo del racconto. Sono dei libri a tutti gli effetti, ma con una principale differenza che sta nel modo di fare comunicazione. Lo scopo principale di un silent book è di abbattere le barriere linguistiche, stimolare l’immaginazione e lo spirito d’osservazione: per questi motivi, è adatto soprattutto ai bambini, a chi non sa leggere, ma anche agli adulti e ai ragazzi per stimolare la capacità di interpretazione soggettiva

Per chi invece ama la lettura tradizionale, in libreria c’è una nuova uscita imprendibile: da ieri, 19 maggio, è disponibile l’ultimo romanzo di Maurizio de Giovanni, “Una lettera per Sara”, edito da Rizzoli. “Ex agente di un’unità dei Servizi segreti, oggi in pensione (ma non a riposo), Sara Morozzi ha in passato abbandonato la famiglia, un figlio ancora piccolo, per seguire l’amore di un uomo, Massimiliano, che era anche il suo capo. Tra loro una storia di vero amore durata decenni e finita quando un male se l’è portato via. A distanza di tempo le rimangono il sentimento, inscalfibile, che ancora nutre per lui e «la certezza di conoscere tutto dell’uomo che amava”. Nel nuovo libro, è proprio questa certezza a venir meno e la protagonista si troverà implicata in un’indagine che farà riaffiorare i suoi ricordi più dolorosi.

Seguiteci su www.runradio.it e sulle nostre pagine FacebookInstagram.

Pagina Successiva »